Indagine Toluna sulle conseguenze dell’eruzione vulcanica 88% degli europei d’accordo con le misure di sicurezza aerea

Il 97% degli europei ha sentito parlare l’eruzione vulcanica in Islanda e del suo impatto sul traffico aereo. L’ 88% é d’accordo con le misure di sicurezza come la cancellazione dei voli o la chiusura degli aeroporti, mentre il 17% si lamentano del fatto che i loro viaggi siano stati interrotti.

Qualora fossero bloccati in un paese straniero per diversi giorni, gli europei sarebbero innanzitutto preoccupati per il loro ritorno a casa (37%), le conseguenze sul loro lavoro (32%) e la loro vita privata (21%). Il 24% potrebbe pensare di approfittare del tempo extra a loro disposizione.

Infine, se il trasporto aereo dovesse scomparire per un giorno, secondo gli europei questo avrebbe gravi conseguenze sull’economia (67%) e sul turismo (54%). Il 33% ritiene che questo avrebbe anche un forte impatto sulla vita quotidiana e la società in generale. Il trasporto aereo è quindi ben radicato negli atteggiamenti degli europei: solo l’8% sostiene che potrebbe farne a meno.

Se bloccati in un paese straniero, i francesi sarebbero un po ‘più preoccupati per le conseguenze professionali rispetto agli altri europei (39% e 32% rispettivamente). Avrebbero inoltre più preoccupazioni per la loro vita privata (27% rispetto al 21% per la media europea). 12% afferma di poter fare a menp del trasporto aereo, contro l’8% della media europea).

Gli americani sono ben informati su questo evento internazionale: l’87% ne ha sentito parlare e l’85% è d’accordo con le misure di sicurezza adottate, anche se solo il 9% è rimasto bloccato in viaggio. Non potendo tornare a casa per diversi giorni, gli americani come i britannici ei tedeschi si dichiarano meno preoccupati per l’impatto sulla loro vita privata che gli abitanti de paesi latini d’Europa (Francia, Italia, Spagna)!

Il sondaggio Toluna http://it.tolunapro.com Quicksurvey è stato effettuato su Internet il 19 aprile 2010 in Europa (Francia, Regno Unito, Germania, Italia, Spagna e Paesi Bassi) e gli Stati Uniti, con un campione di 6.422 membri della comunità http://it.toluna.com dai 18 anni in su. I risultati sono stati riadattati in modo da rappresentare le popolazioni nazionali in termini di regione, sesso ed età.

Annunci

3 responses to “Indagine Toluna sulle conseguenze dell’eruzione vulcanica 88% degli europei d’accordo con le misure di sicurezza aerea”

  1. Fabrizio says :

    si sono d’accordo anch’io che bisogna bloccare i voli e tutto, ma dovrebbero adottare un programma di sicurezza mondiale che preveda in cause cm o simili a queste, il funzionamento del minimo indispensabile per le prime necessità, ed intervenire sulla minaccia, che ne studino il caso ma senza danneggiare l’ambiente e rispettare assolutamente tutte le misure di sicurezza che il caso richiede. La priorità è la sicurezza e la salvaguardia della vita mondiale.

  2. Monica says :

    si sono d’accordo anch’io,la priorità è la sicurezza e la salvaguardia della vita

  3. Renato says :

    Meglio la polvere di un vulcano che le sostanze rilasciate dalle attivita’ umane, direi, quella e’ certamente naturale, queste invece…. E poi salvo dove la concentrazione e’ realmente elevata, che danni arreca ? Gli aerei, ok, e la sabbia del sahara allora, quella non fa danni, arriva pure ai poli ? Un po’ di raziocinio nel prendere le misure e nel presentare le NEWS, sarebbe auspicabile. Invece pare di essere sempre in guerra !

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: