Tempo di festa: Il Carnevale

Gentili Utenti Toluna,

Cogliamo l’occasione del Carnevale, festa in cui si celebra gioia e spensieratezza per ringraziare ciascuno di voi per la passione e il tempo che dedicate alla nostra e vostra Community. Ecco alcune curiosità sulla festa più colorata e golosa!

La parola “Carnevale” deriva dal latino carnem levare – togliere la carne – e indica il periodo che precede la Quaresima, in cui, secondo la tradizione religiosa, la carne è proibita; per questo in epoca romana venivano celebrati i carnesciali, grandi banchetti prima del digiuno. Il Carnevale dura alcune settimane e termina con il Martedì Grasso, giorno in cui si concentrano i maggiori festeggiamenti, prima che inizi il periodo quaresimale con il Mercoledì delle Ceneri.

Dove si osserva il rito ambrosiano, la Quaresima inizia con la prima domenica di Quaresima; l’ultimo giorno di carnevale è il sabato: la tradizione vuole che il vescovo sant’Ambrogio fosse impegnato in un pellegrinaggio e avesse annunciato il proprio ritorno per carnevale, per celebrare i primi riti della Quaresima in città. La popolazione di Milano lo aspettò prolungando il carnevale sino al suo arrivo, posticipando il rito delle Ceneri alla prima domenica di Quaresima. Presente con diverse tradizioni anche in altre parti dell’Italia, prende il nome di carnevalone.

I festeggiamenti si svolgono spesso in pubbliche parate in cui dominano elementi giocosi e fantasiosi; in particolare, l’elemento distintivo e caratterizzante del carnevale è l’uso del mascheramento. Avete mai assisitito alla sfilata dei carri del carnevale di Viareggio?

L’uso delle maschere di Carnevale ha origini teatrali: la commedia dell’arte ha dato vita a personaggi tipici che sono entrati a fare parte del costume italiano. Nascono dal teatro buffonesco e popolare delle fiere e sottolineano i vizi e i difetti degli uomini. Le maschere tradizionali italiane sono tante, nate con la Commedia dell’Arte del Cinquecento e ciascuna originaria di una particolare città: Arlecchino e Brighella, Pantalone e Colombina, Pulcinella, Ballanzone, Gianduia, Rugantino, Meneghino. Sapete associarle alle rispettive città di origine?

A Carnevale non ci sono solo travestimenti e sfilate, ma anche golosità per il palato. Zeppole, Cenci, Chiacchere, Frittelle… Qual è la vostra preferita?

I dolci di Carnevale

Arrivederci sul sito!

Il team Toluna

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: